Italiano
English
Umberto Eco - biografia - Il Neorealismo non eravamo solo Ladri di biciclette Triworld Cinema
Umberto Eco
Home / Biografie

Umberto Eco biografia

Nato ad Alessandria nel 1932, Umberto Eco è un semiologo, filosofo e scrittore italiano di fama internazionale, presidente della Scuola Superiore di Studi Umanistici presso l'Università di Bologna.

Tra le sue opere di saggistica si ricordano: "Opera aperta" (1962), "La struttura assente" (1968), "Trattato di semiotica generale" (1975), "Lector in fabula" (1979), "Semiotica e filosofia del linguaggio" (1984), "I limiti dell'interpretazione" (1990), "La ricerca della lingua perfetta" (1993), "Sei passeggiate nei boschi narrativi" (1994), "Kant e l'ornitorinco" (1997) e "Sulla letteratura" (2002).

Tra le sue raccolte, vanno menzionate:
"Diario Minimo" (1963), "Il secondo Diario Minimo" (1990) che comprende una prima antologia di "Bustine di Minerva", "I Cinquescritti morali" (1997) e "La Bustina di Minerva" (2000).

Nel 1980 esordisce nella narrativa con "Il nome della rosa" (Premio Strega 1981), seguito nel 1998 da "Il pendolo di Foucault", nel 1994 da "L'isola del giorno prima" e nel 2000 da "Baudolino".

Del 2004 è "La misteriosa fiamma della Regina Loana", e del 2010 il suo ultimo romanzo "Il cimitero di Praga".

Dal 2010 Umberto Eco è socio dell'Accademia dei Lincei per la classe di Scienze Morali, Storiche e Filosofiche.

È considerato uno degli intellettuali italiani più rispettati all'estero, ha conseguito 38 lauree honoris causa ed è lo scrittore italiano più tradotto al mondo; insignito delle più alte onorificenze attribuite dai paesi stranieri quali Germania, Francia e Spagna.

Nel 1996 gli viene conferita la Gran Croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana.

Nel 1997 riceve la medaglia ai benemeriti della cultura e dell'arte.

Umberto Eco - biografia
Il Neorealismo: non eravamo solo... Ladri di biciclette
Triworld Cinema