Italiano
English
Pino Donaggio - biografia - Il Neorealismo non eravamo solo Ladri di biciclette Triworld Cinema
Pino Donaggio
Home / Credits

Pino Donaggio biografia

Nato nel 1941 a Burano (Venezia), Pino Donaggio entra in Conservatorio a Venezia, ma conclude gli studi nel Conservatorio di Milano diplomandosi in violino.

Esordisce discograficamente come interprete nel 1959, ma il suo primo successo "Come Sinfonia" è del 1961; la canzone viene presentata al Festival di San Remo in doppia esecuzione con Teddy Reno e reincisa da Mina. Negli anni '60 Donaggio alterna una produzione che risente delle proprie radici classiche a canzoni decisamente allegre e disimpegnate. Frequenta assiduamente le manifestazioni musicali ed è un habitué del Festival di San Remo, che lo vede nel 1965 con quello che diventerà un grande successo internazionale "Io che non vivo", tradotto con il titolo di "You don't have to say you love me".

Nel 1973 debutta come compositore di colonne sonore (A Venezia ... un dicembre rosso shocking" di Nicholas Roeg) con grandi apprezzamenti di critica.

Scrive poi le musiche per "Corruzione a Palazzo di Giustizia" e "Un sussurro nel buio", e viene chiamato da Brian De Palma a scrivere il soundtrack di "Carrie, lo sguardo di Satana".

Il sodalizio con De Palma farà firmare a Donaggio anche le colonne sonore di "Vestito per uccidere", " Blow Out", "Omicidio a luci rosse" e "Doppia Personalità".

Pino Donaggio, diventato richiestissimo, si specializza in colonne sonore per Horror come "Un'ombra nel buio", " Déjà vu" e "Trauma".

Pubblica ancora un disco da cantautore nel 1976 "Certe Volte...", poi si dedica pressoché esclusivamente alla scrittura di musiche per il cinema, con qualche eccezione come "Why" per Randy Crawford.

Oggi continua a scrivere colonne sonore per film e fiction televisive.

Il suo contributo al documentario Non eravamo solo... Ladri di Biciclette. Il Neorealismo, ha conferito all'opera una qualità evocativa degna di un documento storico.

Pino Donaggio - biografia
Il Neorealismo: non eravamo solo... Ladri di biciclette
Triworld Cinema