Italiano
English
Carlo Lizzani - biografia- Il Neorealismo: non eravamo solo ladri di biciclette Triworld Cinema
Carlo Lizzani
Home / Credits

Carlo Lizzani biografia

Nato a Roma nel 1922, Carlo Lizzani era regista, attore, produttore cinematografico e saggista (autore fra l'altro di una "Storia del cinema italiano").

Ha esordito alla regia con il documentario del 1950 intitolato "Nel Mezzogiorno qualcosa è cambiato". L'inizio della sua carriera è coinciso con gli anni d'oro del Neorealismo italiano, a cui ha contribuito con la regia di due opere ritenute fondamentali per quel filone che ha rivoluzionato il modo di fare cinema in Italia e nel mondo.

Film come "Achtung! Banditi!" (1951) e "Cronache di poveri amanti" (1954) vengono considerati capolavori del Neorealismo.

Il suo contributo al movimento neorealista non si è limitato alla regia; importante anche per le sceneggiature che ha scritto per registi del calibro di Rossellini, Lattuada e De Santis.

Della sua vastissima filmografia non si possono dimenticare:
"Il processo di Verona" (1963), "Banditi a Milano" (1968), "Crazy Joe" (1973), "Mussolini ultimo atto" (1974), "Storie di vita e malavita" (1975), "Fontamara" (1977), "La casa del tappeto giallo" (1983), "Mamma Ebe" (1985), "Caro Gorbaciov" (1988), "Cattiva" (1991), "Celluloide" (1995), "Hotel Meina" (2007), oltre agli sceneggiati televisivi "Nucleo Zero" (1984), "Un’isola" (1986) e "La trappola" (1989).

Dal 1979 al 1982 ha diretto la Mostra del Cinema di Venezia.

Nel 1996 è stato ordinato Grande Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

Nel 1998 ha pubblicato la raccolta di tutti i suoi scritti che descrivono un’esperienza unica attraverso il Novecento, completata nel 2007 con la sua autobiografia intitolata "Il mio lungo viaggio nel secolo breve”.

Nel 1999 ha ricevuto dall’Università di Torino la Laurea Honoris Causa in Scienze della comunicazione.

Nel 2002 è stato insignito per iniziativa del Presidente della Repubblica del Cavalierato di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

E’ morto a Roma il 5 Ottobre 2013.

Carlo Lizzani - biografia
Il Neorealismo: non eravamo solo... Ladri di biciclette
Triworld Cinema