Italiano
English
Bernardo Bertolucci - biografia - Il Neorealismo: non eravamo solo ladri di biciclette Triworld Cinema
Bernardo Bertolucci
Home / Biografie

Bernardo Bertolucci biografia

Nato a Parma nel 1941, Bernardo Bertolucci è regista, sceneggiatore e produttore cinematografico.

Figlio primogenito del poeta Attilio Bertolucci, fratello dell'autore teatrale e regista cinematografico Giuseppe, e cugino del produttore cinematografico Giovanni.

Lascia presto gli studi letterari che lo avvicinavano al padre per seguire la sua vera passione: il cinema. Conosce Pierpaolo Pasolini di cui diventa assistente partecipando alle riprese del film "Accattone" (1961). La sua prima esperienze alla regia è dello stesso anno con "Commare Secca" (1962), lungometraggio scritto da Pasolini.

Bertolucci si allontana presto dal poeta e regista friulano per seguire la propria strada di cineasta più rivolto ad una ricerca introspettiva individuale, in cui i suoi personaggi si trovano a non riuscire a superare le conseguenze di cambiamenti traumatici delle loro vite.

Film di Bertolucci che tratteranno per primi questo tema saranno: "Prima della Rivoluzione" (1964), "Il sosia" (1968), "Il conformista" (1970); tutte opere che godono di scarso successo di pubblico.

La grande fama arriva per Bertolucci nel 1972 con "Ultimo Tango a Parigi", film che diede scandalo per le scene erotiche tra un Marlon Brando di mezza età ed una giovanissima Maria Schneider. La censura italiana ritirò la pellicola e Bertolucci venne processato e condannato per offesa al comune senso del pudore. Nel 1976 Bertolucci ottiene un grandissimo successo con il film "900", affresco della vita contadina in Emilia dall’inizio del secolo alla fine della seconda guerra mondiale, con un cast stellare in cui spiccavano due giovanissimi Robert De Niro e Gerard Depardieu.

Gli anni ’80 sono quelli della consacrazione definitiva per Bertolucci che con il Kolossal "L’ultimo imperatore" (1987) si aggiudica ben nove Oscar tra cui quello alla regia, per la prima volta conferito ad un cineasta italiano.

Nella sua filmografia successiva non si possono dimenticare: "Il tè nel deserto" (1990), "Il Piccolo Buddha" (1993), "Io ballo da sola" (1996), "L’assedio" (1998) e "The Dreamers" (2003).

Nel 1998 diventa Grand’Ufficiale dell’Ordine della Repubblica Italiana.

Nel 2001 gli viene conferita la Medaglia d’Oro ai benemeriti della cultura e dell’Arte.

Nel 2007 vince il Leone d’Oro alla carriera al Festival di Venezia.

Nel 2011 si aggiudica la Palma d’Oro alla carriera al Festival di Cannes.

Bernardo Bertolucci - biografia
Il Neorealismo: non eravamo solo... Ladri di biciclette
Triworld Cinema